Atassie spinocerebellari: sottotipi genetici

Le atassie spinocerebellari rappresentano un gruppo di patologie altamente eterogeneo, sia dal punto di vista clinico che dal punto di vista genetico. Per la scheda clinica completa potete cliccare qui. Qui sotto riportiamo le tabelle aggiornate con i vari sottotipi genetici fin qui identificati, dividendoli in tre gruppi rispetto al tipo di ereditarietà (autosomica dominante – Tabella 1, autosomica recessiva – Tabella 2, X-linked – Tabella 3). Per ogni sottotipo viene segnalata la localizzazione cromosomica, il gene nel quale sono state individuate le mutazioni (se noto), lo spettro mutazionale (cioè l’insieme del tipo di mutazioni patogene che sono state descritte) e il test di laboratorio necessario. Data la frequente sovrapposizione di sintomi e segni clinici, il test genetico più indicato è un pannello multigene e multi-metodo, atto a rilevare i vari tipi di mutazione possibili (espansione di triplette, mutazioni puntiformi, piccole indels o grandi delezioni/duplicazioni). Per vedere i nostri pannelli sulle atassie spinocerebellari, cliccare qui.

Tabella 1 – Atassie spinocerebellari autosomiche dominanti

Analisi indicata
Sottotipo Locus Gene Spettro mutazionale FLA/RPA Seq Del/dup
SCA1 6p22.3 ATXN1 RE x
SCA2 12q24.12 ATXN2 RE x
SCA3 14q24.3-q31 ATXN3 RE x
SCA4 16q22.1 scon. scon.
SCA5 11q13.2 SPTBN2 P x
SCA6 19p13.2 CACNA1A RE, P x x
SCA7 3p14.1 ATXN7 RE x
SCA8 13q21 ATXN8OS RE x
SCA9 scon. scon. scon.
SCA10 22q13.31 ATXN10 RE x
SCA11 15q15.2 TTBK2 P x
SCA12 5q32 PPP2R2B RE x
SCA13 19q13.33 KCNC3 P x
SCA14 19q13.42 PRKCG P x
SCA15 3p26.1 ITPR1 D, P x x
SCA16 vedi SCA15
SCA17 6q27 TBP RE x
SCA18 7q22-q32 scon. scon.
SCA19 1p1.,2 KCND3 P
SCA20 11q21 vari D x
SCA21 1p36.33 TMEM240 P x
SCA22 vedi SCA19
SCA23 20p13 PDYN P x
SCA24 vedi SCAR4
SCA25 2p21-p13 scon. scon.
SCA26 19p13.3 ? EEF2 P x
SCA27 13q33.1 FGF14 P x
SCA28 18p11.21 AFG3L2 P x
SCA29 3p26.1 ITPR1 D, P x x
SCA30 4q34.3-q35.1 scon. scon.
SCA31 16q21 BEAN1 I x
SCA32 7q32-q33 scon. scon.
SCA33 non classif.
SCA34 6q14.1 ELOVL4 P x
SCA35 20p13 TGM6 P x
SCA36 20p13 NOP56 RE x
SCA37 1p32 scon. scon.
SCA38 6p12.1 ELOVL5 P x
SCA39 non classif.
SCA40 14q32.11-q32.12 ? CCDC88C P x
SCA41 4q27 TRPC3 P x
SCA42 17q21.33 CACNA1G P x
SCA43 3q25.2 ? MME P x
SCA44 6q24.3 GRM1 P x
SCA45 5q33.1 FAT2 P x
SCA46 19q13.2 ? PLD3 P x
SCA47 1p35.2 PUM1 P x
SCA48 16p13.3 ? STUB1 P x

Legenda: RE: repeat expansion (espansione di triplette); P: mutazioni puntiformi o piccole delezioni/inserzioni/duplicazioni; D: grandi delezioni o duplicazioni; I: grandi inserzioni; FLA/RPA: fragment length analysis/repeat primed assay; Seq: sequenziamento; Del/dup: analisi di delezione/duplicazione (MLPA/qPCR); scon.: sconosciuto/a; il punto di domanda (?) indica che la mutazione è stata trovata in una singola famiglia o in un singolo paziente e che il sottotipo è quindi da confermare.

Tabella 2 – Atassie spinocerebellari autosomiche recessive

Analisi indicata
Sottotipo Locus Gene Spettro mutazionale FLA/RPA Seq Del/dup
SCAR1 9q34.13 SETX P, D x x
SCAR2 9q34.3 PMPCA P  x
SCAR3 6p23-p21 scon.
SCAR4 1p36 scon.
SCAR5 15q25.3 ZNF592 P x
SCAR6 20q11-q13 scon.
SCAR7 11p15.4 TPP1 P x
SCAR8 6q25.1-q25.2 SYNE1 P x
SCAR9 1q42.13 ADCK3 P x
SCAR10 3p22.1 ANO10 P x
SCAR11 1q32.2 SYT14 P x
SCAR12 16q23.2 WWOX P x
SCAR13 6q24.3 GRM1 P x
SCAR14 11q13.2 SPTBN2 P x
SCAR15 3q29 ? RUBCN P x
SCAR16 16p13.3 STUB1 P x
SCAR17 10q24.31 CWF19L1 P x
SCAR18 4q22.1-q22.2 GRID2 P x
SCAR19 1p36.11 ? SLC9A1 P x
SCAR20 6q14.3 SNX14 P x
SCAR21 11q13.1 SCYL1 P x
SCAR22 2q11.2 VWA3B P x
SCAR23 6p22.3 TDP2 P x
SCAR24 3q22.1 UBA5 P x
SCAR25 6q21 ? ATG5 P x
SCAR26 19q13.31 ? XRCC1 P x
FRDA 9q21.11 FXN RE, P, D x x x
VED 8q12.3 TTPA P, D x x
SCAE 15q26.1 POLG P, D x x
SCAN1 14q32.11 TDP1 P x
SCAN2 vedi SCAR1
CAHH 7p22.1 RNF216 P x
EAOH 9p21.1 APTX P, D x x
IOSCA 10q24.31 C10orf2 P x
SACS 13q12.12 SACS P, D x x

Legenda: RE: repeat expansion (espansione di triplette); P: mutazioni puntiformi o piccole delezioni/inserzioni/duplicazioni; D: grandi delezioni o duplicazioni; I: grandi inserzioni; FLA/RPA: fragment length analysis/repeat primed assay; Seq: sequenziamento; Del/dup: analisi di delezione/duplicazione (MLPA/qPCR); scon.: sconosciuto/a; il punto di domanda (?) indica che la mutazione è stata trovata in una singola famiglia o in un singolo paziente e che il sottotipo è quindi da confermare.

Table 3 – Atassie spinocerebellari X-inked

Sottotipo Locus Gene Spettro mutazionale Analisi indicata
FLA/RPA Seq Del/dup
SCAX1 Xp11.21-q21.3 ATP2B3 P x
SCAX2 scon. scon.
SCAX3 scon. scon.
SCAX4 scon. scon.
SCAX5 Xq25-q27.1 scon.
ASAT Xq13.3 ABCB7 P x
FXTAS Xq27.3 FMR1 RE x

Legenda: RE: repeat expansion (espansione di ripetizione); P: mutazioni puntiformi o piccole delezioni/inserzioni/duplicazioni; scon.: sconosciuto/a.

Posted in Academia, Genetica Medica, Schede cliniche, Ultimo Aggiornamento and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *